capodanno cinese a torino

Domani piazza Carlo Alberto sarà il palcoscenico del Capodanno cinese a partire dalle 10,30, quando i rappresentanti di tutte le associazioni si daranno convegno sul palco. Alle 11 il saluto delle autorità locali e del console generale cinese, poi la partenza del corteo del Drago e del Leone lungo via Battisti, fino alle ore 12.

In contemporanea si apriranno le attività di laboratorio e di esposizione: la mostra multimediale degli elementi culturali del Capodanno, la mostra fotografica “Nian”, la presentazione delle tradizioni culinarie cinesi, il laboratorio di calligrafia cinese/nodi cinesi/ritagli di carta e di giochi e indovinelli in lingua cinese. Ci sarà anche un coro e una danza offerta da un gruppo di bambini e musiche tradizionali eseguite con la cetra.
La sfilata del Drago e del Leone si ripete a partire dalle ore 15 e le altre attività terminano alle ore 18.
Alla stessa ora, in collaborazione con “BeccoGiallo”, verrà presentato al MAO Museo d’Arte Orientale Chinamen, la graphic novel divenuta già documentario animato di Ciaj Rocchi e Matteo Demonte. Un progetto che, come una vecchia scatola ritrovata in soffitta, contiene i ricordi delle più antiche famiglie italo-cinesi e racchiude al suo interno quel che c’è di più prezioso per le generazioni a venire: la memoria.
Sempre alle 18 appuntamento al ristorante Didu di via Cigna 3 per “Nuovi spazi nuovi dialoghi”, un’apericena per giovani italiani e cinesi, in particolare tra gli studenti internazionali, con giochi di interazione, organizzata dal Cssa Polito.
Infine, domenica 18 febbraio alle ore 16 la visita alla galleria cinese del Mao con costruzione di lanterne cinesi.
Il progetto “Capodanno Cinese a Torino” si pone l’obiettivo di valorizzare e consolidare il buon rapporto tra Città di Torino e Comunità Cinese e italo-cinese attraverso una serie di iniziative culturali.